Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Published by News Arredo Bagno
on

Consigli fondamentali sulla scelta della rubinetteria

Considerazioni da fare nella scelta di un rubinetto

Indice

Come scegliere un rubinetto in bagno: consigli e trucchi

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Nel mercato dei sanitari moderni tuttavia esiste un’ampia gamma di rubinetteria che piace ai consumatori con un aspetto estetico e innovazioni tecniche. Oggi ProgettoBagno ti darà consigli su Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Un gran numero di produttori allo stesso modo competono per i loro clienti, offrendo un’ampia gamma di modelli, materiali di produzione, una gamma di colori di miscelatori di rivestimento e rubinetti.

I produttori realizzano collezioni di ceramiche sanitarie.

Che sono prodotte in un unico stile, e c’è la possibilità di scegliere, un bagno, un lavandino, un sanitario, un bidet, rubinetti.

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Considerazioni da fare nella scelta di un rubinetto

  • Materiale per la produzione;
  • funzioni di base;
  • proprietà tecniche;
  • semplicità e facilità di installazione;
  • garanzia del produttore e durata prevista.

Molti esperti consigliano di acquistare separatamente i rubinetti della doccia, i rubinetti del bagno e i lavabi. Un’unità non può sopportare un carico costante e diventa rapidamente inutilizzabile o necessita di riparazioni.

Classificazione, specie

In base all’elevata e costante richiesta, nonché all’impegno dei clienti per questo o quel tipo di sanitari, oggi viene prodotta una vasta gamma di rubinetteria con diverse modifiche.

A seconda del design del prodotto, tutta la rubinetteria può essere suddivise nelle seguenti tipologie.

Rubinetteria a Due valvole

Sono caratterizzate da due maniglie, una per l’erogazione di acqua calda e l’altra per l’acqua fredda. Al centro di questo tipo di mixer c’è il clan della scatola. Si usa per sovrapporre o aprire l’acqua a seconda della posizione della maniglia. Il materiale per questo tipo di rubinetteria può essere ottone o ceramica.

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi - rubinetteria a due valvole

Vantaggi dei miscelatori a due valvole:

 

  • molto rapidamente è possibile impostare la temperatura dell’acqua desiderata;
  • possono essere installati in modo semplice e veloce.

Svantaggi del tipo a due valvole:

  • Con i rubinetti in ottone, si dovrebbero sostituire regolarmente le guarnizioni, in quanto vengono rapidamente rimosse;
  • La pressione dell’acqua e la sua temperatura sono regolate separatamente;

Sono economicamente non redditizie perché l’acqua scorre molto quando la pressione e la temperatura sono regolate. Questo svantaggio può essere eliminato se il rubinetto utilizza valvole in ceramica o un aeratore.

Rubinetteria a Singola leva

I miscelatori monocomando hanno una sola leva. Per impostare la temperatura dell’acqua, la leva gira nella direzione desiderata.

come scegliere la rubinetteria - rubinetteria monocomando

Vantaggi dei miscelatori monocomando:

    • La regolazione della temperatura dell’acqua e della testa viene effettuata contemporaneamente;
    • È possibile effettuare tutte le impostazioni dell’acqua con una sola mano;
    • L’acqua che si sovrappone si crea in un unico movimento;
    • Alcuni modelli hanno una valvola speciale che aiuta a ridurre il consumo di acqua.

Svantaggi dei miscelatori monocomando:

  • Questo tipo di miscelatore non può essere riparato. Se qualcosa si è rotto, è necessario acquistare un nuovo modulo. Di solito i miscelatori sono inutilizzabili a causa della composizione dell’acqua, dove sono presenti molti metalli pesanti e sali. Si consiglia quindi di acquistare un filtro principale dell’acqua insieme ad un miscelatore monoleva.

Il miscelatore monocomando può essere a joystick. In questo caso la leva di comando dell’alimentazione idrica si trova sopra il rubinetto o può essere assegnata ad un modulo separato.

Se si decide di installare un rubinetto in bagno con le proprie mani, è necessario assicurarsi che lo schema di installazione sia allegato ad esso al momento dell’acquisto. I nuovi modelli stanno diventando sempre più sofisticati con ulteriori dettagli e caratteristiche. È quindi molto difficile comprendere l’installazione del miscelatore stesso. Per facilitare il compito, è necessario utilizzare lo schema grafico dell’installazione.

L’installazione del miscelatore su una vasca da bagno con acrilico avviene in più fasi:

È necessario interrompere l’erogazione di acqua fredda e calda al miscelatore.
Rimuovere il vecchio miscelatore.
È necessario considerare dove si vuole installare il miscelatore. Questo è influenzato da diversi fattori: l’approvvigionamento idrico dovrebbe essere nelle vicinanze e avere un luogo adatto per i lavori di riparazione.
Praticare un foro con un trapano al posto del segno. È meglio usare un trapano elettrico con un mulino a corona.
È necessario mettere un sigillo sul foro.
Installare il frullatore secondo le istruzioni fornite con il kit.
Montare il miscelatore con dadi avvitati sul lato vasca.
Collegare l’acqua fredda e calda con tubi flessibili. Possono essere raggruppati insieme o, in assenza di tubi separati, acquistati separatamente.

Guarda i nostri Miscelatori. Selezionati dai migliori professionisti!

I materiali della rubinetteria

  • I miscelatori di plastica sono i più economici. I loro vantaggi includono anche il peso ridotto e la facilità di installazione. L’unico grande svantaggio è che hanno una vita breve.
  • I miscelatori in acciaio legato sono abbastanza buoni per le caratteristiche principali. Non sono adatti alla ruggine. Tuttavia, lo svantaggio principale è la fragilità di questo tipo di miscelatore. Neanche i produttori di miscelatori utilizzano l’acciaio legato, poiché la lavorazione dei materiali è un processo molto complesso.
  • I miscelatori al silumino sono realizzati con una speciale lega di silicio e alluminio. Il vantaggio è quello di contrastare la corrosione. Ma hanno anche uno svantaggio: il materiale è molto fragile, quindi non può resistere a carichi pesanti e presto si romperà.

I raccordi in ottone hanno occupato un posto d’onore sul mercato dell’ingegneria sanitaria. La qualità del miscelatore può essere determinata dal suo peso. I miscelatori in ottone hanno un peso elevato, sono prodotti ecologici. Le proporzioni di rame e zinco utilizzate per realizzare una lega sono sempre rigorosamente rispettate nel processo di fabbricazione, in modo da poter parlare della sicurezza del prodotto.

Le valvole in ottone sono di solito rivestite dall’alto con un ulteriore strato protettivo di cromo o nichel. Il processo al cromo conferisce al prodotto proprietà anticorrosione. Produrre anche miscelatori di qualità superiore, per il rivestimento utilizzare la placcatura in bronzo, argento o oro. Un prodotto di questo tipo è ovviamente molto costoso.

Fino ad oggi i rubinetti cromati con l’effetto speciale dell'”invecchiamento” sono diventati popolari.

Un rubinetto può essere realizzato in diversi materiali. Tali prodotti saranno una buona opzione per il bagno. Sono fatti di due materiali – le parti interne del rubinetto sono in ottone e le altre parti sono in plastica. Le parti per il fissaggio e la regolazione devono essere in acciaio inossidabile, quindi il prodotto servirà per un lungo periodo di tempo.

Produttori leader della rubinetteria

Sul moderno mercato dell’ingegneria sanitaria ci sono molti produttori di diversi paesi che producono miscelatori secondo le norme e gli standard internazionali, quindi garantiscono prodotti di qualità.

Tra queste aziende ci sono:

  • Le aziende tedesche Hansgrohe e Grohe;
  • I produttori italiani Carlo Frattini Visentin e Mamoli;
  • I produttori francesi Herbeau, Jacob Delafon e JCD;
  • Azienda svizzera Geberit;
  • I produttori spagnoli Supergrif e Teka;
  • la società russa Aquatika;
  • Produttori della Finlandia Oras;
  • Azienda svedese Gustavsberg;
  • Azienda americana Standart.

I prezzi della rubinetteria di alta qualità sono piuttosto alti. Le aziende cinesi presentano anche molte copie di modelli di marche famose a prezzi bassi. Tenete presente, tuttavia, che non hanno una lunga durata di vita, in quanto sono fatti di materiali inferiori. Solo i produttori di rubinetteria affidabili sono responsabili di prodotti di alta qualità e forniscono una garanzia per diversi anni.

A seconda del modello e del produttore, i prezzi dei rubinetti per il bagno possono variare notevolmente.

Ad esempio, i rubinetti più comunemente usati costano da 20 a 40 euro.

Se il miscelatore è di alta qualità, il prezzo aumenta notevolmente e di solito l’importo più di 50 euro.

Se si acquista un modello semplice per il design, ma da produttori di marca, allora il costo sarà di circa 50 – 60 euro.

un miscelatore della forma originale per un bagno, allora il valore aumenterà notevolmente e l’acquisto costerà circa 70 – 150 euro. Qui il prezzo dipende dal produttore del miscelatore.

Si possono anche ordinare modelli esclusivi di miscelatori con rivestimento costoso, allora costerà molto di più.

Rubinetteria per una doccia

la rubinetteria per la doccia è caratterizzata dal fatto che possono essere utilizzati solo per la doccia e non per il bagno, in quanto non c’è un beccuccio per riempire la vasca da bagno. Quando si accende, l’acqua scorre attraverso il tubo flessibile e quando si entra nel soffione della doccia, i getti d’acqua scorrono verso il basso.

come scegliere la rubinetteria. Incastro doccia

Sull’annaffiatoio è presente una speciale leva con la quale è possibile impostare la modalità di erogazione dell’acqua. I miscelatori per doccia si comprano di solito per la doccia o il bagno, ma con un tipo di miscelatore diverso, ad esempio a bordo o sul pavimento. Va notato che i miscelatori universali hanno una valvola che permette di passare da un miscelatore all’altro.

Tutti i miscelatori per doccia sono identici nel design, la differenza sta nel metodo di installazione. Tipicamente, l’installazione dei rubinetti per la doccia viene effettuata a parete, che può essere effettuata in modo convenzionale o nascosto. Per l’installazione a scomparsa dei rubinetti è necessario acquistare un miscelatore speciale da incasso. Si caratterizza per il fatto che rimane visibile solo il soffione doccia con tubo flessibile e valvole o leve per l’alimentazione dell’acqua.

Negli interni moderni si preferisce il rubinetto della doccia incorporato. Tali miscelatori hanno un aspetto elegante e laconico. Per enfatizzare l’interno del bagno, sempre più designer preferiscono i miscelatori doccia prefabbricati. Questo tipo di rubinetto per la doccia è offerto dai famosi produttori di ceramica sanitaria: Grohe, Kludi, Hansgrohe, Axor, Nicolazzi, Ideal Standard.

Rubinetti con termostato

I rubinetti termostatici sul mercato degli apparecchi sanitari sono apparsi di recente. La caratteristica principale di questo tipo di miscelatore è che è possibile regolare la temperatura dell’acqua. Anche se il progetto dovrebbe essere difficile a prima vista, tutto è molto semplice. Tale miscelatore ha due maniglie: una è responsabile della temperatura dell’acqua, l’altra della testa.

Vantaggi dei miscelatori termostatici:

La pressione nel tubo non influisce più sulla temperatura dell’acqua. Questo mixer sarà un’acquisizione di successo se la famiglia ha figli piccoli. Probabilmente prenderete confidenza con la situazione quando aprirete l’acqua del rubinetto in cucina e il bagno cambierà la temperatura dell’acqua e il risultato sarà acqua bollente o acqua ghiacciata;
elegante aspetto estetico;
in nessun caso la temperatura dell’acqua rimarrà uguale a quella impostata
La struttura di questo tipo non si differenzia dai miscelatori tradizionali, in modo che le parti necessarie siano sempre disponibili.
Lo svantaggio dei miscelatori termostatici è il costo elevato del prodotto, che non tutti possono permettersi.

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Rubinetteria Senza contatto

I rubinetti touchless sono nuovi modelli avanzati per un uso confortevole. Il principio di funzionamento è l’alimentazione automatica dell’acqua. Non è necessario aprire solo tutte le valvole, bisogna mettere le mani al rubinetto e l’acqua inizia a scorrere, togliere le mani – dopo pochi secondi il flusso dell’acqua si ferma. Questo processo è controllato da sensori a infrarossi. Questo tipo di miscelatore può essere azionato elettricamente o con batterie.

Vantaggi dei rubinetti senza contatto:

grande risparmio d’acqua, perché l’acqua scorre solo quando i sensori hanno registrato la vostra presenza;
garantire il massimo igiene degli scarichi dell’acqua.
Svantaggi dei rubinetti di tipo touchless:

senza elettricità o batterie funzionanti è impossibile utilizzare le procedure ad acqua;
Può essere installato sopra il lavello. Per l’uso in bagno, è meglio non usarlo, perché per riempire il bagno, è necessario stare vicino al rubinetto.

Cascata e rubinetti con illuminazione

I miscelatori a cascata sono diventati molto popolari perché permettono di creare un interno bagno unico. La loro principale differenza sta nel design del beccuccio. Vale a dire:

il beccuccio non utilizza un aeratore per aggiungere aria al getto;
il foro ha una forma ampia, creando un effetto a cascata;
Questi miscelatori dirigono il flusso dell’acqua in modo più efficiente.
I miscelatori a cascata sono utilizzati per bagni e lavabi per creare un interno lussuoso. Ad esempio, un elemento molto luminoso della decorazione sarà il miscelatore a mensola. A prima vista sembra un normale scaffale. Se si gira la leva, che è praticamente invisibile, l’acqua scorrerà con essa. L’offerta dei modelli più interessanti con cascate è molto ampia e, per renderli ancora più unici, molti produttori aggiungono ai modelli delle caratteristiche speciali.

Il mixer con illuminazione ha le seguenti caratteristiche principali:

crea un nuovo stile di bagno;
molto comodo da usare a qualsiasi ora del giorno;
costruzione convenzionale;
L’installazione non richiede molto tempo e fatica;
un’ampia gamma di modelli con un’evidenziazione cromatica fissa o con un cambio di colore;
L’approvvigionamento idrico è come una cascata.
Dopo aver utilizzato un mixer di questo tipo, l’umore aumenta notevolmente e l’ambiente si riempie di colori brillanti. Gli accessori con illuminazione in ogni bagno rendono l’originale e ineguagliabile. Una cosa così piccola può cambiare molto.

Auto installazione

Se si decide di installare un rubinetto in bagno con le proprie mani, è necessario assicurarsi che lo schema di installazione sia allegato ad esso al momento dell’acquisto. I nuovi modelli stanno diventando sempre più sofisticati con ulteriori dettagli e caratteristiche. È quindi molto difficile comprendere l’installazione del miscelatore stesso. Per facilitare il compito, è necessario utilizzare lo schema grafico dell’installazione.

L’installazione del miscelatore su una vasca da bagno con acrilico avviene in più fasi:

È necessario interrompere l’erogazione di acqua fredda e calda al miscelatore.
Rimuovere il vecchio miscelatore.
È necessario considerare dove si vuole installare il miscelatore. Questo è influenzato da diversi fattori: l’approvvigionamento idrico dovrebbe essere nelle vicinanze e avere un luogo adatto per i lavori di riparazione.
Praticare un foro con un trapano al posto del segno. È meglio usare un trapano elettrico con un mulino a corona.
È necessario mettere un sigillo sul foro.
Installare il frullatore secondo le istruzioni fornite con il kit.
Montare il miscelatore con dadi avvitati sul lato vasca.
Collegare l’acqua fredda e calda con tubi flessibili. Possono essere raggruppati insieme o, in assenza di tubi separati, acquistati separatamente.

Ecco l’articolo completo su come montare la rubinetteria!

Istruzioni per la cura della Rubinetteria

Per la manutenzione dei miscelatori si utilizza un detergente speciale, ma nella scelta si deve tener conto del materiale del miscelatore.

Ci sono diverse raccomandazioni generali per la manutenzione della rubinetteria:

La composizione del detergente per miscelatori non deve contenere acidi quali acido clorico, formico, acetico e fosforico. Poiché l’acido rompe lo strato superiore protettivo del materiale e il miscelatore inizia ad arrugginire nel tempo. Permette di utilizzare solo una debole soluzione di aceto d’uva per rimuovere i depositi calcificati.
È severamente vietato l’uso di detergenti abrasivi, in quanto causano graffi sul rivestimento.
Non utilizzare spazzole metalliche o ganasce dure.

Ecco l’articolo su come pulire la rubinetteria!

Installazione corretta del rubinetto in bagno con le proprie mani

Consigli su come installare la rubinetteria

L’installazione di un rubinetto in bagno con le proprie mani è un’opzione per chi è abituato a fare tutto da solo. In questo caso, non solo dovete imparare la correttezza e la coerenza di questo lavoro, ma dovete anche tener conto di tutte le sfumature e le caratteristiche. Solo in questo caso è possibile sostituire la rubinetteria da soli e qualitativamente. Il lavoro è davvero semplice, ma responsabile. Vediamo nel dettaglio come installare correttamente un rubinetto per il bagno e da dove iniziare?

Isolamento e strumenti

Prima di installare il rubinetto in bagno, è necessario preparare alcuni strumenti e accessori. Per lavorare in modo rapido ed efficiente, è necessario quanto segue:

Pinze;
chiave regolabile;
nastro da pittore;
Nastro di tenuta in teflon.

Il nastro di vernice viene utilizzato per avvolgere i dadi di fissaggio per evitare la nichelatura durante il montaggio o lo smontaggio. La chiave serve per smontare il vecchio miscelatore.

Nella maggior parte dei casi per l’impermeabilizzazione viene utilizzato un nastro di teflon chiamato fumper (FUM).

Nonostante la disponibilità di materiali moderni alcuni idraulici usano un cavo alla vecchia maniera, ma comunque la fumka è preferibile.

Isolare i filetti in senso orario in più strati. Quando il dado è serrato, il nastro viene premuto, sigillando il giunto. È importante ricordare in quale direzione viene avvolto l’isolante. Altrimenti scivolerà e dovrete riavvolgere – il vecchio nastro viene rimosso e il nuovo nastro viene avvolto nella giusta direzione. Nella maggior parte dei casi, gli strumenti e i materiali elencati sono sufficienti per sostituire o installare un miscelatore nel bagno.

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Metodi di installazione e preparazione per l’installazione

Dove il nuovo prodotto è previsto, la sua installazione dipende dalla posizione. Ad esempio, è possibile installare un miscelatore o un montaggio a parete. Se consideriamo la prima opzione, è costruito direttamente nella parete o montato sulla vasca da bagno. È possibile montare il miscelatore sul supporto. Questa installazione è possibile quando c’è spazio libero in bagno o quando il pavimento è posato. I prodotti più costosi finora sono i mixer montati su rack, che offrono un’ampia gamma di opzioni.

Il rubinetto è montato a parete quando il lavabo e il bagno sono vicini. Questa opzione consente di smontare il miscelatore, se necessario, senza grande sforzo, ad esempio per sostituirlo. Il vantaggio del montaggio a parete è un aspetto più attraente, ma nessun accesso ai tubi di collegamento. Vale la pena ricordare che se il lavabo o il lavandino può essere facilmente rimosso, il rubinetto viene installato per primo e solo dopo il rubinetto dell’acqua.

Prima di installare il rubinetto nel bagno, è necessario preparare l’apparecchio da soli, come descritto di seguito, nonché le alghe in caso di montaggio a parete. In linea di massima sono già disponibili i rubinetti per l’installazione del miscelatore. Nel caso in cui non siano presenti o le vecchie tubature vengano sostituite, in caso di installazione di nuove tubature è necessario tenere conto dei seguenti punti importanti:

L’acqua calda viene fornita a sinistra, l’acqua fredda a destra;
la distanza fra gli assi dei raccordi deve essere di 150 mm;
Se il rubinetto del bagno è installato lateralmente, l’altezza ottimale è di 150-200 mm;
Per coprire l’area di collegamento del rubinetto, i raccordi devono essere inseriti nella parete.
Successivamente si può iniziare il montaggio del miscelatore per la successiva installazione.

Smontaggio del vecchio miscelatore e montaggio di uno nuovo

Lo smontaggio del vecchio rubinetto del bagno non dovrebbe causare problemi. L’importante è chiudere la fornitura di acqua calda e fredda al miscelatore. Successivamente, è necessario scaricare l’acqua rimanente nel rubinetto e si può continuare con la rimozione. Durante lo smontaggio non è necessario fare grandi sforzi per evitare di danneggiare il collegamento a vite del rubinetto situato sul muro.

Se la filettatura è danneggiata, è necessario smontare la parte della parete per rimuovere il raccordo. Questo elemento non sarà sostituito in nessun altro modo. Pertanto è necessario fare attenzione, non bisogna avere fretta. Dopo aver smontato il vecchio rubinetto, è necessario pulire accuratamente i raccordi dall’isolamento.

Nella maggior parte dei casi, i prodotti sono venduti in forma smontata, quindi è necessario installare un rubinetto del bagno dopo l’acquisto. Durante l’acquisto è necessario verificare che il rubinetto sia completo. Tutti gli articoli devono essere imballati in cellophane.

Potrebbe essere necessario serrare i dadi durante il montaggio. Per non danneggiare la superficie, la spugna della chiave inglese o il dado stesso viene avvolto in diversi strati con nastro isolante o nastro. Se l’articolo è danneggiato, la sua sostituzione diventa problematica.

Procedura di installazione della rubinetteria

Vediamo come si installa la rubinetteria in bagno? Per prima cosa bisogna avvitare gli eccentrici. C’è una distanza di 150 mm tra i centri dei raccordi di ingresso. Se l’installazione viene eseguita con un guasto, è necessario utilizzare eccentrici transitori. Il raccordo filettato viene avvolto attorno al sigillante e avvitato nei raccordi.

Inoltre, il corpo della rubinetteria è fisso ed è necessario controllare l’orizzontalità. Per coprire il collegamento con il tubo dell’acqua sono state utilizzate tazze decorative. Quando si collega il miscelatore nel bagno, è necessario utilizzare gomme di tenuta che impediscono il flusso dell’acqua. Si può poi procedere all’installazione finale del corpo valvola, che riduce la torsione dei dadi, garantendo un collegamento affidabile.

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Dopo l’installazione del miscelatore nel bagno, è necessario controllare la corretta installazione, per la quale viene fornita acqua fredda e calda. Se c’è una perdita, i dadi devono essere ancora serrati, ma l’importante è non esagerare. Il passo successivo è l’installazione di un gander. L’acqua scorrerà attraverso di essa. Viene fissato al corpo incorporato del miscelatore dal basso mediante un raccordo filettato con un dado.

Attaccare il tubo flessibile e gli annaffiatoi dall’alto. Il tubo flessibile della doccia è fissato al miscelatore con un dado standard. Per il montaggio con l’annaffiatoio si utilizza un raccordo conico. Non dimenticare di montare l’O-ring durante il montaggio. Successivamente, scegliere il luogo in cui la staffa dell’irrigazione può essere fissata alla parete e praticare i fori. Per il fissaggio si utilizzano viti. Questo è stato l’ultimo passo nell’installazione del miscelatore.

Come si installa il mixer sul lato?

Oltre a quelli sopra menzionati, è possibile installare un rubinetto su un bagno o un lavandino. Di solito questo viene fatto a bordo dei suddetti impianti sanitari. L’installazione può essere effettuata con tipi di tubo come:

metallo:

Fornisce una connessione di alta qualità. L’installazione è possibile nel muro o nel calcestruzzo. L’installazione si caratterizza per la sua lavorabilità e complessità.

Metallo-plastica resistente al calore:

Utilizzato per una connessione affidabile, ma viene usato raramente.

Tubo flessibile:

Si riferisce ad un modo semplice ed economico per collegare un tubo dell’acqua ad un miscelatore. La connessione è caratterizzata da affidabilità e flessibilità.

Tuttavia, tale tubo flessibile non dovrebbe essere collocato nel cemento o in un muro a causa di un guasto relativamente rapido.

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Come si installa il miscelatore su un lavandino o una vasca?

Prima di tutto, è necessario determinare e determinare la lunghezza delle linee di alimentazione. Per fare questo, la rubinetteria deve essere temporaneamente fissata al lavandino o alla vasca da bagno. Dopo aver misurato la distanza tra gli ingressi del miscelatore, che viene alimentato con acqua, tenendo conto degli angoli e delle curve. Di solito per l’alimentazione viene utilizzato un tubo flessibile. È necessario evitare una condizione di tensione, ma una lunghezza troppo lunga per qualsiasi cosa. Si deve prestare attenzione non solo alle dimensioni, ma anche alla qualità dei pezzi.

Installare quindi l’unità nel seguente ordine:

Le guarnizioni in gomma sono montate al loro posto e alimentano la valvola con dadi con tubi flessibili.
Un inserto in gomma per l’imballaggio viene inserito nell’apposita scanalatura nella custodia del miscelatore.
I tubi flessibili di alimentazione vengono condotti nel foro della vasca, la guarnizione viene posizionata tra la vasca e il miscelatore. Dopo l’installazione dell’unità.
L’unità viene fissata con una vite e un dado.

Assicurarsi che l’installazione sia robusta. Quindi stringere i dadi, ma lo sforzo applicato deve essere controllato per evitare di sforzare troppo.
Le seguenti azioni sono simili al fissaggio dell’unità ad una parete.

L’installazione di un rubinetto in bagno non è una procedura complicata.

L’importante è seguire le raccomandazioni sopra descritte. Prima di montare il frullatore, è necessario familiarizzare con le istruzioni fornite.

In questo modo si eviteranno situazioni impreviste e danni al prodotto.

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Come scegliere un rubinetto in bagno: 10 passi per un acquisto riuscito

Questo articolo – come scegliere una rubinetteria per il bagno in modo corretto e consapevole. Come tecnico, naturalmente, presterò attenzione alle caratteristiche di funzionamento del raccordo – tolleranza ai guasti e manutenibilità. Andiamo!

Fase 1: più facile – significa migliore

Più semplice è il design del miscelatore, più tempo ci vuole e più facile è ripararlo se si rompe. In tal caso, non acquistare un sensore o un dispositivo termostatico. Sì sufficientemente conveniente in termini di funzionamento, ma sufficientemente capricciosa e spesso si rompe, per esempio, l’elettronica del sensore con alta umidità non sono amichevoli, e l’elettrovalvola una risorsa molto limitata.

come scegliere la rubinetteria - rubinetto classico

Se un tale miscelatore si guasta, è molto difficile trovarne i pezzi di ricambio. Il miscelatore (dispositivo con termostato) o il miscelatore a sfioramento può essere acquistato solo se accanto a voi c’è un centro di assistenza autorizzato dal produttore.

Un dispositivo piacevole e confortevole con una manutenzione minima.

Fase 2: Popolarità

Più dispositivi di un certo design e produttore specifico vengono venduti nella vostra zona, migliore è la situazione con i pezzi di ricambio per la loro riparazione. Da questo punto di vista, anche i miscelatori per il bagno con termostato non sono redditizi: il prezzo elevato li rende impopolari. Per il proprietario, ciò significa che in caso di guasto, le teste termiche devono essere ordinate all’estremità più lontana della terra in grande agonia.

È molto difficile trovare parti per disegni esclusivi.

Fase 3: Come si installa?

I rubinetti del bagno possono essere installati in vari modi, ognuno dei quali ha le proprie caratteristiche.

Montaggio a parete

Il pensile è completamente accessibile per la riparazione o la sostituzione di un apparecchio.
La rigidità del montaggio è garantita da eccentrici su raccordi filettati e dadi di raccordo;
Per l’installazione è necessario premontare un forno di arrostimento o un alimentatore rigido con angoli o raccordi.
Cablaggio dell’alimentazione idrica sotto il miscelatore a parete.

Installazione e Bordatura

Il miscelatore incorporato è posizionato sul portabagno (di solito acrilico). In pratica, una costruzione di questo tipo presenta una serie di svantaggi:

Per accedere al corpo del miscelatore, il bagno deve allontanarsi dalla parete, cosa non sempre possibile;
Se si utilizza un giunto flessibile per collegare il miscelatore, questo deve essere sostituito regolarmente (ogni 3-5 anni). Questo a sua volta richiede l’accesso al bagno.
A mio parere, l’unità ad incasso è adatta solo per un bagno indipendente. L’installazione a parete richiede la sigillatura della cucitura tra il ripiano e il grembiule, che impedisce l’estensione del bagno per la riparazione o la manutenzione dell’unità.

Miscelatore a spina o a paletta.

Installazione a pavimento

Il miscelatore per il pavimento della vasca da bagno è collegato alle tubazioni posate nel pavimento. Questo tipo di installazione presenta alcuni gravi svantaggi:

L’imbottitura costringerà il supporto ad alzare il pavimento di qualche centimetro. Questa soluzione è possibile solo nello spazioso bagno di una casa privata: in un appartamento in città, l’altezza del soffitto di solito lascia molto a desiderare;
Il corpo del miscelatore è una leva con una spalla molto grande e aumenta ripetutamente la forza esercitata sulla chiusura. In parole povere, il miscelatore può essere facilmente strappato dal pavimento o danneggiato da un colpo accidentale.
Fissato alla parete in termini pratici Il miscelatore è più redditizio.

Fase 4: Materiali

Quali materiali possono essere utilizzati per un rubinetto? Ecco un elenco di possibili opzioni:

L’ottone è il materiale più popolare. Il metallo è resistente alla corrosione, ma è abbastanza morbido. Se si cerca di avvitare la manovella ad angolo, è facile rompere il filetto nel corpo in ottone;
l’acciaio inossidabile è molto più resistente, ma molto più costoso;
I corpi in bronzo sono tipici per gli allestimenti in stile retrò. Il bronzo è più forte dell’ottone, ma si scurisce ed è coperto di patina verde;
Il materiale del corpo è il bronzo.

I dispositivi ceramici di produzione nazionale erano presenti sul mercato russo 25 – 30 anni fa. Si sono rivelati estremamente poco pratici: il calo di temperatura dell’acqua ha spesso portato ad una distruzione esplosiva dello scafo;
La complessa sigillatura delle connessioni dello scafo con le tubazioni e le scatole della rubinetteria ha portato costantemente a perdite.

Silumin (alluminio con l’aggiunta di silicio) – un terribile orrore delle condutture. È estremamente fragile e crolla con un carico leggero durante l’installazione o il funzionamento. La silumina cromata si distingue facilmente da altri materiali per il peso: La densità della lega è tre volte inferiore a quella dell’ottone.
Il silumin e le tubazioni sono due cose non compatibili.

A mio parere l’opzione più imbattibile – il rubinetto in ottone. Combina un’affidabilità abbastanza accettabile con la durata e il basso costo. Sì, il bronzo e l’acciaio inossidabile sono più forti, ma per questa forza bisogna pagare una somma considerevole.

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Fase 5: Valvole di intercettazione e di controllo

Ci sono i seguenti tipi:

Avvitare le scatole della rubinetteria;
scatole di rubinetti in ceramica;
cartucce. Sono utilizzati nei miscelatori monocomando.

Il principio della cartuccia in ceramica.

La scatola di ceramica è esente da questi problemi a causa della mancanza di guarnizioni, filettature e della piccola area delle piastre: la mancanza di lubrificazione non ha praticamente alcun effetto sulla forza con cui l’acqua viene bloccata.

La scatola è spesso nascosta sotto dei dadi decorativi. La ceramica è facilmente riconoscibile quando l’agnello cresce di 180 gradi contro diverse rotazioni del meccanismo a vite.

Non ho mai visto una scatola di rubinetteria in ceramica che sia morta per usura naturale.

Passo 6: Accendere la doccia

Quali sono gli interruttori della doccia?

Attualmente, i dispositivi sono offerti con uno dei tre tipi di interruttori:

Premere il pulsante (l’acqua viene commutata premendo o premendo il pulsante per sollevare);
leva (per cambiarla è necessario ruotare la leva di 90 – 120 gradi);
palla (ruotando la maniglia di 180 gradi, l’interruttore può fare un giro completo).
Il dispositivo con l’interruttore a sfera.

Quali sono i rubinetti del bagno più affidabili? Con interruttore a sfera. Altri tipi di interruttori hanno una serie di problemi specifici:

Il pulsante non risponde più a causa dell’indebolimento della molla di ritorno o dell’usura della valvola;
In molti apparecchi, questo tipo di interruttore può essere facilmente sostituito con le proprie mani. Si tratta di un’unità separata sulla quale vengono avvitati il tubo doccia e il canale.

L’interruttore a leva ha due guasti: le guide su cui scorre la valvola e la sporgenza eccentrica sull’asta che aziona la valvola.
Nel meccanismo a sfera per la commutazione, come suggerisce il nome, la sfera di ottone con una fessura passante è inserita tra due selle in fluoroplastica. Il deterioramento sul lavoro è praticamente inesistente, quindi l’interruttore serve a tempo indeterminato.

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Il dispositivo dell’interruttore a sfera.

Passo 7: Il Gancio

Il gancio (beccuccio) del miscelatore può essere una parte fissa del corpo o ruotare rispetto al dado di serraggio che lo fissa.

La prima categoria comprende, in particolare, i miscelatori a cascata, che creano una cascata in miniatura per il bagno. Dove più spesso si può trovare un ordinario gander breve con un aeratore.

La seconda categoria comprende un miscelatore universale che serve sia una vasca da bagno che un lavabo.

L’apparecchio con un gander girevole – comune per un bagno e un lavabo.

Il Gander monolitico è più pratico in quanto non esiste un assemblaggio mobile con guarnizioni ad anello di tenuta. Con frequenti giri, l’usura di queste guarnizioni porterà ad una perdita al dado.

La vulnerabilità del gusak vulnerabile è la sua connessione con lo scafo.

Le guarnizioni ad anello non sono un difetto e sono vendute come parte dei kit di riparazione sanitaria. Le istruzioni per la sostituzione della guarnizione non sono difficili: per accedere alla guarnizione è sufficiente svitare il portadado ed estrarlo dall’alloggiamento.

Fase 8: Tubo doccia

Plastica;
in gomma con armatura in acciaio inox.
È impossibile dire chiaramente cosa sia meglio: ognuno dei tubi ha le sue particolarità.

Il tubo di plastica bianca perde la sua flessibilità quando si raffredda. Se volete rallegrarvi sotto una doccia di ghiaccio, dovete combattere con un tubo flessibile che è diventato un tubo rigido. Ma ha una vita quasi illimitata.

Per i tubi corazzati sono tipici:

distruzione del nucleo. Nel corso del tempo, la gomma perde la sua elasticità e si incrina a causa del calcare. Tuttavia, il nucleo è facile da sostituire;
srotolare l’armatura. Viene avvolto da una striscia profilata che si stacca dal nucleo e si dissolve facilmente per tutta la sua lunghezza.
Il tubo doccia in plastica è il più resistente.

Passo 9: Soffione doccia

Qui potete anche fare alcune raccomandazioni:

Innaffiatoio con interruttore – È davvero pratico. Un interruttore a due o tre posizioni consente di modificare il volume e la pressione del getto, comodo quando si fa la doccia e utile quando si lavano le pareti di una vasca da bagno o di un vassoio da una lettiera;
ugelli in gomma meno spesso intasati da sabbia e calce. Possono anche essere facilmente puliti con un normale ago o una graffetta piegata.
Soffione doccia con interruttore a tre posizioni e ugelli in gomma.

come scegliere la rubinetteria bagno Soffione Ponsi Quadrato o Rotondo Colore Nero C/Braccio

Passo 10: Selezionare il colore

Sembra strano, ma il colore influenza anche la durata del funzionamento dell’apparecchio. Più precisamente, per quanto tempo manterrà il suo aspetto originale.

Colori insoliti indicano la verniciatura del corpo metallico con smalto o l’applicazione di un rivestimento metallico di spessore minimo con metodo galvanico. I miscelatori neri o dorati hanno un aspetto spettacolare, ma diventano rapidamente sciatti quando vengono utilizzati attivamente e puliti (soprattutto con gli abrasivi). Purtroppo, questo è del tutto vero per il rivestimento in cromo predominante sul mercato.

La foto mostra chiaramente il rivestimento cromato danneggiato sull’impugnatura in ottone.

Il problema è semplice e ovvio: ottenere un rubinetto senza rivestimento decorativo sul corpo (ottone, bronzo o acciaio inossidabile). Mantiene il suo aspetto originale all’infinito.

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Conclusione

rubinetteria consigli per sceglierla

Spero che le mie semplici raccomandazioni aiutino il rispettato lettore a fare un acquisto di successo. Potete trovare maggiori informazioni in questo articolo in questo video. Come sempre, apprezzerò le vostre aggiunte e i vostri commenti. Successo, compagni!

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Come scegliere la rubinetteria per la doccia

Per imparare a scegliere il rubinetto del bagno con doccia, non basta venire in negozio e ascoltare i consigli del commesso.

Solo dopo un attento studio delle caratteristiche progettuali dell’apparecchio, il principio del funzionamento dei suoi meccanismi, i loro vantaggi e svantaggi, può essere una buona scelta.

Quale tipo di rubinetti per vasca da bagno con doccia è meglio scegliere

Tutti i rubinetti del bagno possono essere divisi in due grandi gruppi – base della rubinetteria e miscelatore monocomando. Questi dispositivi si differenziano tra loro sia nel sistema di controllo che nei meccanismi che assicurano la miscelazione dell’acqua.

Come scegliere un rubinetto per bagno: consigli e trucchi

Valvole di drenaggio Rubinetteria

Ci sono tre tipi: tradizionale, a spinta o automatico:

Valvole con tappi in gomma e catene: questo tipo di valvola non è mai stata inserita nel rubinetto ed è quasi fuori uso. Ha un tappo in gomma per bloccare l’acqua e una catena che collega il tappo al rubinetto in modo che possa essere estratto. Di solito, queste valvole vengono utilizzate in combinazione con il sifone del lavello e possono essere facilmente sostituite.

Valvola di ritegno (clic): la valvola di ritegno è versatile e confortevole e la valvola di arresto in gomma può essere facilmente sostituita. L’installazione della valvola è la stessa dell’installazione tradizionale, ma l’aspetto è più moderno. Si chiuderà quando si fa clic sulla valvola e si aprirà quando si fa di nuovo clic.

Valvola di scarico automatica: La valvola di scarico automatica è normalmente contenuta nel rubinetto ed è azionata da un joystick situato dietro il corpo principale del rubinetto.Il suo vantaggio è che la vasca o il bidet possono essere scaricati senza toccare l’acqua.

dove comprare la migliore rubinetteria?